Città di Subiaco

Vademecum per la raccolta differenziata del Comune di Subiaco
Cosa differenziare, perché, dove 
 
Il Comune di Subiaco sta progettando il sistema di raccolta differenziata porta a porta. 
Facciamoci trovare pronti: nel frattempo continuiamo ad utilizzare i punti di conferimento differenziati delle campane, anzi, differenziamo di più!

Segui questo semplice vademecum.

Scarica il vademecum completo cliccando qui

Visualizza la mappa dei punti di conferimento differenziato cliccando qui.
 
CARTA / CARTONE: Colore campana BIANCO

Cosa conferire:
  • cartone da imballaggio (scatole di pasta, confezioni, ecc)
  • cartone per bevande (latte, succhi, conserve)
  • carta di stampa e fotocopiatrice
  • giornali e riviste, libri e quaderni
  • carta da pacchi, sacchetti di carta per alimenti e cartone pizza, anche unto, ma privo di cibo
  • piatti e bicchieri di carta
  • carta e cartoncini in genere
  • scatole di farmaci vuote e foglietti di istruzione
Cosa non conferire:
  • carta plastificata o oleata
  • tovaglioli sporchi
  • carta copiativa
  • scontrini fiscali
  • tutti i materiali non cellulosici
Cosa fare / non fare: 
  • non appallottolare la carta
  • non mescolare carta e plastica
  • impilare e legare le riviste/giornali
  • eliminare parti in plastica, metallo e non riciclabili
  • ridurre il volume delle scatole!
Perché: la carta può essere recuperata fino a 6 volte; il suo riciclo permette il risparmio di materie prime, risorse idriche e energia.
 
VETRO, METALLI, ALLUMINIO: Colore campana VERDE
 

Cosa conferire:

  • bottiglie per acqua e bibite
  • vasetti
  • barattoli e contenitori di vetro in genere
  • lattine per bibite e scatolette per alimenti in alluminio
  • fogli di alluminio, contenitori per la conservazione e il congelamento degli alimenti
  • barattoli in alluminio
  • tappi corona, tappi di metallo e chiusure metalliche per vasetti
  • foglio sottile per cioccolato e coperchi dello yogurt (risciacquati)
  • scatole in acciaio da confezione regalo (contenenti ad esempio: biscotti, cioccolatini, ecc)
 
Cosa non conferire:
  • lampadine e neon
  • ceramica/porcellana, piatti
  • lastre di vetro, specchi e cristalli
  • contenitori etichettati C, F, T, X
  • ferro vecchio
  • confezioni rivestite di carta o di sostanze sintetiche
 
Cosa fare / non fare: 
  • schiacciare le lattine e le bombolette per alimenti e accartocciare i fogli di alluminio in modo tale che non si disperdano
  • non mescolare il vetro con il RAEE (rifiuti elettronici)
  • non conferire inerti/detriti/bombolette/vernici e solventi
  • conferire contenitori vuoti e asciutti
 
Perché: il vetro e l’acciaio sono riciclabili all’infinito e le loro qualità non vengono intaccate (gli inquinanti vengono eliminati durante le fasi di lavorazione). Da 3 lattine si realizza un paio di occhiali, da 37 lattine una caffettiera, con 800 una bicicletta. Si calcola che recuperando 1 kg di alluminio si ottiene un risparmio pari a 45000 kcal, ovvero l’equivalente di 210 lampadine accese per un’ora.
 
 
PLASTICA: Colore campana GIALLO

Cosa conferire:
  • tutti i tipi di bottiglie per acqua e bibite e tappi
  • flaconi dei prodotti per la pulizia della casa e l’igiene della persona 
  • confezioni rigide/flessibili per alimenti
  • vaschette per alimenti in plastica
  • barattoli per alimenti (yogurt, ecc)
  • sacchetti per la spesa
  • film da imballaggi esterni di bottiglie, bibite, carta igienica
  • film e pellicole per alimenti
  • vasi da vivaio per la vendita e il trasporto di piantine
  • reti per frutta e verdura e cassette in plastica scomposte
Cosa non conferire:
  • elettrodomestici e articoli casalinghi
  • giocattoli (si possono regalare!), videocassette, CD, DVD
  • componenti e accessori auto, bici, moto
  • barattoli per colle, vernici e solventi
  • tubi in pvc
  • materiale elettrico
  • piatti, bicchieri e posate in plastica sporchi
  • borse, zainetti, valigie
Cosa fare / non fare: 
  • non conferire oggetti composti da più materiali
  • non mescolare con altri materiali come scarti tessili o confezioni di carta
  • SCHIACCIARE i contenitori asciutti
Perché: la plastica, lavorata in appositi impianti, triturata e lavata, viene trasformata in nuova plastica e riutilizzata! Se non la ricicliamo impiega dai 100 ai 1000 anni per essere smaltita!
 
INGOMBRANTI e RAEE (rifiuti elettronici):

Il Comune organizza le giornate raccolta ingombranti gratuite. Vedi il calendario sul sito del Comune.  Per la raccolta del RAEE informati presso il tuo rivenditore. Se abbandoni un ingombrante o un RAEE, inquini la Terra dove vivi te, i tuoi figli e i tuoi nipoti. 
 
 
ABITI USATI: colore cassonetto GIALLO
 
Si possono conferire tutti gli indumenti usati, ma in buono stato: magliette, camice, giacche, cinture, scarpe, maglioni, cappotti, sciarpe, pantaloni, ecc. 
 
Le 3 R: riduzione, riuso, riciclo

Le discariche non sono più in grado di sostenere il conferimento di scarti, rifiuti e prodotti indifferenziati. Sta anche a noi iniziare a fare scelte sostenibili…per l’ambiente, la nostra salute e la nostra economia. 

1. Riduciamo
  • Compriamo oggetti durevoli, NON usa e getta, con parti sostituibili.
  • Serviamoci di prodotti con poco imballaggio o con imballaggi eco-compatibili e differenziabili
  • Acquistiamo prodotti locali e/o a marchio equo-solidale
  • Acquistiamo prodotti ricaricabili (es. batterie, detersivi ecologici), confezioni famiglia, prodotti concentrati e non diluiti e laddove possibile da distributori alla spina
  • Compriamo prodotti al banco e verdura e frutta a peso. Preferiamo prodotti in imballaggi di cartone
  • Beviamo acqua del rubinetto. Se trovi l’acqua del rubinetto non buona fai così: versata l’acqua in brocca, dopo averla lasciata riposare per un poco, aggiungi una goccia di limone che facilita l’evaporazione del cloro, mettila poi in frigorifero e servila a 10°-12°.
  • Ricarichiamo le cartucce esaurite di stampanti e fotocopiatrici
  • Cerchiamo di non usare fazzoletti e tovaglioli di carta
  • Per appunti, utilizziamo fogli già scritti su di un lato e stampiamo solo se necessario
2. Riusiamo
  • Usiamo borse riutilizzabili e di tela, evitiamo gli shopper usa e getta!
  • Scriviamo su carta riciclata (che non sia stata sbiancata con additivi)
  • Possiamo comprare mobili e elettrodomestici usati e riconvertiti
  • Passiamo gli abiti che non mettiamo più a familiari e amici oppure consegniamoli presso i centri di raccolta e associazioni
  • Riutilizziamo gli scarti organici come concime per il giardino
  • Non buttiamo l’acqua della pasta: è un ottimo sgrassante per lavare i piatti
  • Non buttiamo l’acqua di cottura delle verdure: è ottima per innaffiare le piante
  • Incentiviamo le eco-feste: alle sagre portiamo le nostre stoviglie (es. piatto da campeggio) invece di utilizzare i piatti e i bicchieri di plastica!
  • Ogni volta che stiamo per buttare qualcosa chiediamoci “Posso riutilizzarla in qualche modo? Può essere utile a qualcun altro? Posso ripararla?
3. Ricicliamo

Possiamo riciclare fino al 90% collaborando nella raccolta differenziata. La raccolta differenziata è prima di tutto interesse dei cittadini tutti! Facciamoci trovare pronti per quando la raccolta differenziata porta a porta entrerà a regime. Ecco alcune informazioni
  • Quando differenzi, riduci il più possibile il volume ripiegando e schiacciando i materiali  
  • Per individuare il materiale cellulosico puro bruciane una piccola parte: se prende fiamma è carta, se si accartoccia e si annerisce senza fiamma è materiale con elementi plastici
  • Per plastica si intendono gli imballaggi, i contenitori e altro con marchio PET, PE, PVC, PP, PS. 
  • Nel vetro non vanno conferiti oggetti in ceramica, in porcellana, opaline, vetro al piombo, vetroceramica, molature, pirex, contenitori per microonde.
  • Sia per la plastica, che vetro, che lattine è necessario rimuovere tutto il contenuto
  • I marchi per riciclare ferro, acciaio e alluminio sono FE, ACC, ALU
  • Possiamo compostare: avanzi di cucina (residui di frutta e verdure, bucce, fondi di caffè, etc etc), scarti di giardino e orto (sfalci, foglie secche, fiori appassiti, gambi), altri materiali biodegradabili (trucioli e segatura non trattati)
Scarica il vademecum completo cliccando qui
Visualizza la mappa dei punti di conferimento differenziato cliccando qui.
 
Siti vari:
http://www.riciclotvb.it/
http://www.viviconstile.org/lo-sapevi-che/abitare-la-casa/riuso-riduco-riciclo
http://www.comieco.org/comunicazione/raccolta-differenziata-di-qualita.aspx
http://www.coreve.it/pdf/Vademecum_Etichetta_per_il_cittadino.pdf