Comune di Force

Musei Sistini

Allestito presso lo storico Palazzo Canestrari, il Museo di Arte Sacra di Force ospita dal 2007 pregevoli manufatti artistici provenienti dalle chiese del luogo. Tra le opere più importanti si segnalano il Crocifisso ligneo tunicato del secolo XII, proveniente dalla demolita chiesa di San Taddeo e già depositato presso la chiesa di San Paolo apostolo; le tele con le Storie dell’infanzia di Cristo dovute a Simone de Magistris (secolo XVI), la statua della Madonna con Bambino realizzata in stucco duro policromo probabilmente nella bottega dello stesso artista: opera, quest’ultima, recentemente rinvenuta e oggetto di un lungo e delicato restauro che, sotto le ridipinture, ha consentito di ritrovare la cromia originale. Si ammirano anche i disegni originali per la chiesa di San Francesco a Force, dovuti dell’architetto marchigiano Giuseppe Sacconi, autore dell’altare della Patria a Roma, accanto a numerosi argenti settecenteschi provenienti dalla chiesa parrocchiale, esposti insieme a paramenti sacri e croci del secolo XVI.
 
 Sgarbi inaugura la mostra su un inedito De Magistris

L'esposizione, costituita da un gruppo di 30 opere affreschi e sinopie, rimarrà visitabile fino all'8 giugno.  L’aspetto forse più interessante è il venire alla luce per la prima volta di un De Magistris scultore.
 
Caldarola (Macerata), 20 marzo 2008 - Le opere di Simone De Magistris tornano in mostra nelle sale del palazzo dei Cardinali Pallotta a Caldarola.
 
Il palazzo ospiterà un gruppo di 30 opere affreschi e sinopie della scuola del maestro di Caldarola, nonchè la ritrovata 'pala d'altare' di Paolo Piazza e 'La morte di San Giuseppe'. La mostra sarà aperta da oggi fino all'8 giugno, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Nei prefestivi e nei festivi con orario continuato dalle 10 alle 19.
 

 
L’aspetto forse più interessante della mostra è il venire alla luce per la prima volta di un De Magistris scultore: in mostra, infatti, dopo un complesso intervento di restauro, la prima scultura a lui attribuita raffigurante la 'Madonna con il Bambino', scoperta nella chiesa di San Francesco a Force, nell’Ascolano.
 
Il percorso espositivo sarà allestito negli spazi architettonici del piano nobile del palazzo dei Cardinali Pallotta, appena tornato agli antichi splendori ed apprezzato dal grande pubblico in occasione dello scorso evento espositivo.
 
"Io credo che avrà fortuna - ha commentato Vittorio Sgarbi, presente all'inaugurazione - anche questa mostra la cui grande sorpresa sarà quella di vedere una mostra che non è un ripiego ma una evoluzione naturale della precedente, ad esempio la scultura pone un nuovo importante argomento di questo bellissimo artista. Una mostra di opere sconosciute ma non di croste né di velleità, questa sorpresa sarà importante per chi verrà per vedere di meno e vedrà di più. La sua testimonianza sarà il tam tam per cui tante mostre si affermano.“
 
"La mostra dell’anno scorso è stata un volano - ha commentato il presidente della provincia Giulio Silenzi -  un esempio da seguire e Sgarbi e Papetti garantiscono la qualità, la presenza culturale. E’ esempio fattibile di come l’”economia della montagna”, l’occupazione, la qualità, possono rappresentare un futuro favorevole".